“E benvenuti a ‘sti frocioni …” [Alceste]

Mi son da poco rivisto uno degli ultimi rantoli della commediaccia all’italiana: Fracchia, la belva umana (regia di Neri Parenti, 1981). Riassumo la trama per i quattro o cinque che non l’hanno visto: la vita del goffo impiegato Giandomenico Fracchia (Paolo Villaggio) è stravolta da un imprevisto; egli rassomiglia, come una goccia d’acqua, a un criminale folle e sanguinario soprannominato … Continua a leggere

Il voto referendario si avvicina, la Tensione sale di Eugenio Orso

Se il Remain nella Ue avesse vinto in Gran Bretagna, nonostante Farage, Johnson e l’Inghilterra “profonda”, e Donald Trump non gliel’avesse fatta negli Usa, nonostante il consenso del ceto medio e dei lavoratori, il referendum costituzionale italiano del 4 di dicembre avrebbe avuto minore rilevanza, poiché l’Italia è ormai un paese di serie B nel Risiko mondiale, giocato sulla nostra … Continua a leggere

Cronache dalla provincia profonda [Alceste]

Venerdì. Parto per il mio annuale pellegrinaggio nel Viterbese, a ridosso dell’Umbria. La raccolta delle olive. Col tempo questa ricorrenza è mutata nel mio animo. Qualche anno fa era una ricorrenza felice, con dei pallidi riflessi orgiastici, una sorta di Dionisiache dell’autunno. Oggi assomiglia a un itinerario del dolore, della privazione. Già quando si scavalla sulla Cimina ci si accorge … Continua a leggere

La Russia, i media e il delirio del parlamento europoide di Eugenio Orso

Il parlamento europeo, che non è neppure un legislatore nella pienezza delle sue funzioni, ha approvato una risoluzione … non già contro la finanza di rapina, le banche d’affari che saccheggiano le risorse degli stati, i guerrafondai liberal occidentali che appoggiano stato islamico, al-qaeda, sauditi e sionisti … ma contro i media russi, che probabilmente sono l’unica fonte di verità … Continua a leggere

Il solito ricatto: No = spread, Sì = “crescita” di Eugenio Orso

Le élite i loro camerieri sanno soltanto ricattare e impaurire la popolazione, per ottenere i risultati elettorali sperati. Sono un po’ come la Madonna, che quando appare a Fatima, piuttosto che a Medjugorje, minaccia soltanto sventure, neanche fosse un droide alieno all’uopo programmato … Così fanno Renzi, il Financial Times e tanti altri attori dello schieramento egemone elitista, in occasione … Continua a leggere

Donald Trump: la palude e il fuoco di Alexander Dugin

Riporto questo importantissimo intervento di Alexander Dugin comparso sul sito Katehon e poi su Controinformazione, che esprime tutta la chiarezza del filosofo russo, al limite dello schematismo, nell’analizzare l’attuale situazione mondiale, oltre gli aspetti geopolitico/militari e il confronto nei vari quadranti fra due blocchi contrapposti, quello dell’Asse del Male a guida Usa/elitista e quello russo resistente. E’ chiaro che la … Continua a leggere

Bergoglio gesuita, il finto buono, mi hai stufato! di Eugenio Orso

Mentre l’azione congiunta russo-siriana sta procedendo verso la piena liberazione di Aleppo e l’annichilimento delle strutture terroristiche, presenti intorno ad Aleppo e nell’Idlib, le “colombelle” che portano nel becco non il ramoscello d’ulivo, ma la “sola” dei diritti umani, tubano disperate perché si fermino i bombardamenti, non si lancino più kalibr (i cruise russi) … risparmiando i terroristi annidati nella … Continua a leggere

Lo strano populismo del XXI secolo (Rivolta cosciente delle masse o “Istinto collettivo di sopravvivenza”?) di Eugenio Orso

Populismo, ai giorni nostri, è soltanto un’espressione politicamente corretta che corrisponde a un interdetto, un vero e proprio tabù escludente dal dibattito politico, che al pari degli altri tabù politicamente corretti, impedisce il pensiero critico e stronca sul nascere qualsiasi opposizione al potere vigente. Gli intellettuali di servizio, tutti liberisti-liberali-libertari alfieri del pensiero unico dominante, che accusano spesso di populismo … Continua a leggere

L’Hollywood-Islam chiude i battenti? [Alceste]

Traggo ispirazione da un articolo a firma di Maurizio Blondet dall’esplicito titolo: Obama, pulizie di fine stagione. Uccide i capi di Al-Nusra, molla Kiev … Nella sua interezza: http://www.maurizioblondet.it/obama-pulizie-fine-stagione-uccide-capi-al-nusra-molla-kiev/ E qui un breve estratto: “L’ha scritto il Washington Post il 10 novembre: “Alti funzionari del Dipartimento di Stato”  hanno informato il giornale che Obama non poteva più permettersi di “trattare col diavolo” … Continua a leggere

L’Asse Putin-Trump-Le Pen di Eugenio Orso

Immaginiamo cosa significherebbe per l’Europa e per il mondo intero un’alleanza fra la Federazione Russa, gli USA e la Francia, ossia un’Asse Putin-Trump-Le Pen.  Immaginiamo quali speranze di cambiamento positivo potrebbe far nascere la nascita di questo Asse, per ora solo ipotetico, in un paese occupato, privo di sovranità ed economicamente indebolito come l’Italia. Con una simile Asse in azione … Continua a leggere