“Giulio vive in ognuno di noi”, per distrarvi dalla questione sociale di Eugenio Orso

Oggi, addì primo di maggio del 2016, anno del demonio neocapitalista, della precarietà e della disoccupazione di massa, in Italia si festeggiano pelosamente il lavoro e i lavoratori. Chi vive immerso nella realtà sociale del paese (e di tutto l’occidente neocapitalista) dovrebbe sapere che la festa non è più dei lavoratori, ma è il capitale finanziario egemone a fare la … Continua a leggere