Che cosa rappresenta l’islam in Siria? (di Anatolio Anatoli)

Per rispondere alla domanda proposta nel titolo, basta guardare il video girato nel nord della Siria al seguente link, e trarne le dovute conclusioni:

http://www.infowars.com/more-evidence-u-s-funds-al-qaeda-terrorists-in-syria/7

Si tratta proprio dei gruppi ai quali inneggiavano le due piccole idiote cooperanti italiane, Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, affascinate dai combattenti per la libertà e la democrazia, scaturiti improvvisamente dalla “primavera araba” e rappresentati dai media come eroi. Ribelli moderati, come si nota, e proprio per questo supportati, armati e finanziati dai menzogneri americano-europei e dalle subdole iene islamosaudite del Golfo. Dopo aver visto il video di cui sopra, non sarebbero necessarie altre precisazioni. Eppure moltissimi idioti, in Europa e in occidente, prodotti di scarto di questa liberaldemocrazia “di sinistra” stragista e vigliacca, credono ancora alla favoletta per cerebrolesi dell’islam moderato, o addirittura all’islam “religione di pace e d’amore”. Persino l’attuale papa – non dico il furbo cinquestelle Di Battista o l’ormai esausto giornalista Massimo Fini, ma il papa in persona – ipotizza un dialogo con gli islamici, pur ammettendo che è un tantinino difficile …

L’islam è esattamente quello che vedete nel video, lo è fin dall’inizio della sua sanguinosissima storia e di conseguenza questa è la Siria oggi, la Siria dei ribelli islamici moderati (come si nota nel video linkato), difensori della democrazia e dei diritti umani, che si oppongono, ma con evidente “moderazione”, al terribile Assad filo-russo!

Che cosa rappresenta l’islam in Siria? (di Anatolio Anatoli)ultima modifica: 2015-01-17T16:22:50+01:00da derosse
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Che cosa rappresenta l’islam in Siria? (di Anatolio Anatoli)

  1. Interessante questa breve analisi del caso Greta-Vanessa scritta da Francesco Santoianni e pubblicata da alcuni siti, a partire da SIBIALIRIA (la prima a morire in guerra è la Verità)

    http://www.sibialiria.org/wordpress/?p=2872

    Ma, in fondo, cosa facevano di “illegale” Greta Ramelli e Vanessa Marzullo?
    17 gennaio 2015

    Ma, in fondo, cosa facevano di “illegale” Greta Ramelli e Vanessa Marzullo? Supportavano bande di tagliagole che da tre anni stanno insanguinando la Siria. E non c’era certo bisogno delle rivelazioni di queste ore per rendersene conto: bastava guardare a quali criminali inneggiassero i loro cartelli . E davvero il governo italiano non sapeva niente dei loro viaggi in Siria? Improbabile, come Sibialiria, tempestivamente , aveva già fatto notare e come confermato, successivamente, da altre inchieste giornalistiche.

    Quello che, verosimilmente, non sapeva il governo italiano (con il suo ministro degli Esteri che, all’aeroporto, accoglie con tutti gli onori le due “eroine” o con il suo cantore, Roberto Saviano, autore dell’incauto editoriale “L’odio per il bene”) era che il reparto ROS dei Carabinieri, intercettando le telefonate di combattenti islamici residenti in Italia, aveva scoperto perto le vere finalità dei viaggi delle due ragazze e dei personaggi (come il giornalista de Il Foglio, Daniele Raineri, già autore di memorabili “scoop”) che li favorivano.

    Ora che il rapporto dei ROS è nelle mani della Procura della Repubblica di Roma , sarebbe lecito aspettarsi, per le due ragazze e i loro compari, una incriminazione ai sensi dell’art. 270 bis del codice penale (Associazioni con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversione dell’ordine democratico) ma non c’è da farsi molte illusioni. E torniamo alla domanda di partenza. Cosa hanno fatto le due ragazze di diverso da quello che sta facendo, il nostro governo? Finanziare, armare, proteggere le bande di tagliagole che stanno insanguinando la Siria … Il nostro governo, da tre anni, lo sta facendo (quasi) alla luce del sole.

    Per questo le “polemiche” animate nei talk show continuano a riguardare il riscatto o vengono dirottate su pruriginosi dettagli fatti trapelare ad arte. Per questo l’aggressione alla Siria continua. Anche perché – e lo certifica “Huffinghton Post – Italia” diretto dalla prestigiosa Lucia Annunziata – ora Assad sta costruendo una bomba atomica.

    Francesco Santoianni

    • Per Ianzo

      Titolo del film “Le cretinette e i tagliagole”, con la partecipazione straordinaria di Checco Zalone e della Boldrini nel ruolo di mamma “politicamente corretta”. Tuttavia potrebbero non essere delle cretinette totali, nonostante le espressioni da svampite un po’ stronze nelle foto e nei selfie. Potrebbero essere almeno parzialmente coinvolte in una rete di sostegno agli islamisti anti Assad.

      Cari saluti

      Eugenio Orso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.