25 anni dalla caduta del Muro. Oscenità di un traditore della patria e del mondo di Pietro Ancona

Pubblico questo breve post di Pietro Ancona perché, con estrema semplicità, il suddetto descrive il vero significato per il mondo della caduta del muro di Berlino, mai rimpianto abbastanza.
Guarda caso, la “svolta della Bolognina” (quartiere Navile di Bologna) di Achille Occhetto è stata contestuale alla caduta del muro di Berlino … con perfetto tempismo per saltare definitivamente sul carro del vincitore. Per la troika revisionista di Gorbačëv vale il detto “di buone intenzioni è lastricata la via dell’inferno”, ammesso che almeno le intenzioni siano state buone. Gorbačëv, con Jakovlev e Ševardnadze (troika revisionista), ha aperto la strada al neocapitalismo nel mondo e reso possibile l’oscura “era El’cin” in Russia.

Link al post:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=77080

Buona lettura

Eugenio Orso

25 anni dalla caduta del Muro
Oscenità di un traditore della patria e del mondo

Michele Gorbaciov starà oggi a Berlino a celebrare la caduta del Muro un evento luttuoso nella storia della umanità che mise fine alla esperienza del comunismo realizzato. Dalla breccia del muro caduto sono velocemente passati nei paesi dell’Europa Orientale le grandi industrie e le multinazionali dell’Occidente schiavizzando una popolazione pagando salari di fame e nello stesso tempo creando una formidabile occasione per abbassare i salari ed il welfare dei lavoratori occidentali,. In Italia subito dopo la caduta del muro la CGIL la Cisl e l’Uil si affrettarono ad abolire la scala mobile ed a stipulare un accordo con il governo Ciampi detto di concertazione che da allora ha impoverito i salari di almeno il cinquanta per cento. Il PCI decide per via del suo Segretario Occhetto di fare la cosiddetta Bolognina cioè di non essere più comunista ed anzi di ripudiare il comunismo. Da allora ad oggi in Italia abbiamo avuto prima venti anni di pseudo democrazia con Berlusconi ed ora con Renzi e la Costituzione è diventata un pezzo di carta straccia. Il più grande partito comunista dell’Occidente educatore di masse popolari rese colte progressiste civili dalla sua ‘opera incessante di elevazione culturale cessava di esistere e l’Italia si avvia ora a “riforme” costituzionali che ne faranno una piccola postdemocrazia del mediterraneo prigioniera di una Europa controllata da WallStreet e dalla City.
Dall’Oriente europeo e russo dalla breccia del muro milioni di lavoratori di giovani di donne sono venuti in Occidente in quello che era stato descritto come l’Eldorado il Paradiso che era stato negato dai comunisti. Il loro destino è sotto gli occhi di tutti. Fanno gli schiavi, lavano il culo ai vecchioni o le prostitute di strada per non morire di fame. Fanno questo anche se erano ingegneri ed avrebbero fatto gli ingegneri se il sistema comunista non fosse stato abbattuto. Il comunismo riconosce e garantisce l’identità culturale e professionale degli esseri umani che il capitalismo disprezza ed umilia se gli fa comodo.

Ho sentito che Michele Gorbacev si lamenterà del fatto che l’Occidente non “ha mantenuto i patti “e che ora attacca la Russia dopo aver distrutto l’URSS privandola di territori che le appartenevano come l’Ucraina la Georgia e la Bielorussia che mai erano stati Nazioni. Gorbacev loderà anche Papa Woitila come grande artefice assieme a lui ed agli USA della fine “indolore” dell’URSS e dei paesi comunisti nell’Europa dell’Est.
Piuttosto che parlare stasera alla kermesse dell’imperialismo Gorbaciov farebbe bene a togliersi la vita riconoscendo le sue immense responsabilità nell’avere consegnato il mondo ad una dominazione che usa soltanto la guerra e le oppressioni militari ed economiche per fare i suoi sporchi affari. In venti anni milioni di esseri umani sono morti in tutta l’area dei paesi islamici a causa delle pretese occidentali sul loro petrolio. La stessa Russia è oggi in pericolo. Se gli USA con i loro intrighi non riusciranno ad uccidere Putin ed installare un governo fantoccio controllato dalle loro multinazionali e dal Pentagono la Russia corre il rischio di essere invasa. Il colpo di Stato in Ucraina ha aperto la strada alla invasione.
Caduto il muro di Berlino gli USA insistono per erigerne uno per dividere per sempre l’Ucraina dalla Russia e difendono il Muro che chiude in gabbia sei milioni di palestinesi.

La caduta del muro accelera la fine della democrazia in Occidente Nella Europa Comunitaria gli stati nazionali non contano più niente tranne la Germania che detta le leggi a tutti e basa il suo benessere sulla rovina degli altri come la povera Grecia in cui i bambini muoiono di fame. L’Europa co n la Nato è diventata una fortezza statunitense costellata da almeno 500 basi militari (solo in Italia oltre cento e depositi di almeno 100 bombe nucleari) ha rovesciato il legittimo governo Ucraino per installarvene uno nazista. I socialdemocratici europei come i democristiani non hanno problemi ad avere rapporti con i nazisti. Nel futuro dell’Europa c’è una nuova forma di nazismo perché proprio il nazismo è la fase successiva al liberismo se questo vuole conservare il potere della BCE e della Commissione Europea.
La caduta del muro di Berlino che stasera sarà festeggiata dalla borghesia ha degradato il livello di vita di oltre un miliardo di esseri umani e prepara una terribile guerra.
La Russia ne ha pagato il prezzo più alto con un periodo di crisi provocato dalle privatizzazioni dell’economia e dal saccheggio del tesoro dello Stato che ha determinato la morte per fame di milioni di esseri umani ed il più grave decremento demografico della sua storia. Il saldo tra nati e morti in Russia è diventato negativo e finora è in perdita di oltre 15 milioni di persone.

Pietro Ancona

25 anni dalla caduta del Muro. Oscenità di un traditore della patria e del mondo di Pietro Anconaultima modifica: 2014-11-09T10:14:28+01:00da derosse
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “25 anni dalla caduta del Muro. Oscenità di un traditore della patria e del mondo di Pietro Ancona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.