Il Quisling, il nostro uomo all’Avana e il Proconsole. Un racconto fantapolitico di Eugenio Orso

Finalmente su questo blog si pubblica un raccontino, e non un “barboso” saggio o un articolo di analisi della realtà sociale. Si tratta di un raccontino fantapolitico che probabilmente divertirà i lettori, ma che forse li farà riflettere un poco sulla situazione che noi tutti stiamo vivendo, nel nostro presente e nel nostro mondo reale. La storia contenuta nel messaggio, proveniente all’altrove, non dovrebbe essere del tutto nuova per chi la leggesse con un minimo di attenzione, e il protagonista, colui che la racconta, è un personaggio che assomiglia a qualcuno molto noto nel nostro mondo, anche se di recente il suddetto è caduto in disgrazia e rischia l’oblio. L’autore del raccontino (che poi non è altri che il sottoscritto) spera che tutti coloro che si prenderanno il disturbo di leggere il manufatto ne ricavino qualche utile spunto per comprendere “a che punto siamo”, perchè l’Italia si trova in una situazione drammatica e chi è che sta lavorando alacremente per il nostro male.

Scritta questa breve ma indispensabile premessa, si avverte che il raccontino fantapolitico (per la verità, poco fanta e molto politico, anche se non politicamente corretto) è disponibile in formato “hard”, cioè in formato pdf, e in formato word, più alla buona. Basta ciccare sugli allegati e si potrà leggerlo integralmente.

 

Grazie dell’attenzione, cari ragazzi

 

 

Eugenio Orso

 

 

Il Quisling, il nostro agente all’Avana e il Proconsole_Un racconto fantapolitico di Eugenio Orso.pdf

 

IL QUISLING, IL NOSTRO AGENTE ALL’AVANA E IL PROCONSOLE_racconto fantapolitico di Eugenio Orso.doc

Il Quisling, il nostro uomo all’Avana e il Proconsole. Un racconto fantapolitico di Eugenio Orsoultima modifica: 2012-01-09T11:13:25+01:00da derosse
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.