La democrazia occidentale è il peggior sistema politico di tutta la storia umana di Eugenio Orso

Incipit

 

Viva il Centralismo, viva la Rivoluzione, viva la Dittatura per gestire lo stato di transizione.

 

Lo slogan politicamente scorretto è mio, ma non è soltanto provocatorio perchè lo scrivo con intima convinzione, nonché con totale disprezzo nei confronti dei regimi liberaldemocratici e dei loro sostenitori – che sono dei nemici da combattere, a tutti i livelli della scala sociale.

Un trentennio di inganni, di rischiavizzazione del lavoro e di impoverimento di massa, che si è ulteriormente velocizzato dal 2008, hanno ridotto l’Italia nelle condizioni che oggi possiamo osservare.

Per non parlare della Grecia, in cui un politico incapace “che ha studiato in America” (anche lui come il funzionario BCE Napolitano), rampollo di terza generazione di una dinastia di politici di professione, prima indice un referendum che poteva essere d’importanza cruciale per il futuro della Grecia, e poi con un’improvvisa marcia indietro di fatto lo cancella.

 

L’articolo completo è su Come Don Chisciotte e il link è il seguente:

 

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9268

La democrazia occidentale è il peggior sistema politico di tutta la storia umana di Eugenio Orsoultima modifica: 2011-11-04T13:04:30+01:00da derosse
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “La democrazia occidentale è il peggior sistema politico di tutta la storia umana di Eugenio Orso

  1. Caro Orso
    condivido pienamente le Tue considerazioni.
    Mi domando solo una cosa:
    come possiamo accettare le menzogne e le stronzate degli economisti che inperversano su radio e TV tutti laureati alla Bocconi fucina di criminali senza orizzonti umani e privi di alternative economiche?

  2. Risposta a Piersabatino

    Secondo il filosofo Costanzo Preve, il clero di santa romana chiesa è stato sostituito da un nuovo clero capitalistico regolare e secolare.
    Si tratta dei giornalisti, degli accademici e degli economisti (appunto).
    Quello che dicono e scrivono gli economisti, officianti di questo capitalismo, non è scientifico, ma addirittura mistico-religioso.
    Espressioni come “Crescita”, “Competitività”, “Efficienza” equivalgono al medioevale e cristiano “Mistero della Fede”.
    Queste espressioni le usano anche i giornalisti e i politici del sistema.
    Perciò i dogmi neocapitalistici si devono accettare acriticamente, come i vecchi dogmi religiosi, e la massa di idioti sociali li introita facilmente.
    La critica radicale non è ammessa.
    Altro che scienza economica!
    L’economia liberista non è una scienza, ma una religione degenere che dovrebbe legittimare questo capitalismo.

    Saluti

    Eugenio Orso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.