Si può ordinare in libreria “Nuovi signori e nuovi sudditi. Ipotesi sulla struttura di classe del capitalismo contemporaneo” di Costanzo Preve e Eugenio Orso

Copertina Nuovi signori e nuovi sudditi_Costanzo Preve e Eugenio Orso.pdf

L’editore è Editrice Petite Plaisance di Pistoia. Il libro è il n° 42 della Collana Divergenze. Il codice è ISBN 88-7588-036-0. L’anno è ovviamente 2010 e il numero di pagine è 245.

Di seguito la quarta di copertina e in allegato il file pdf con l’immagine della copertina del libro.

Come scrivono gli autori nel primo capitolo, al principio di tutto c’è l’indignazione.

L’indignazione è cosa antica, ed ha determinato – a partire dalla filosofia greca – la reazione razionalizzata contro la schiavitù per debiti, contro l’affermarsi della crematistica e la monetarizzazione selvaggia dei rapporti sociali. È questa stessa indignazione che sta alla base delle analisi sviluppate in questo libro, perché oggi i differenziali di ricchezza, potere e prestigio sono in rapida crescita, l’economicizzazione spinta dei rapporti sociali e l’atomizzazione della società hanno dissolto i legami comunitari in molte parti del mondo, il mercato ad estensione planetaria e la finanziarizzazione dell’economia annunciano ulteriori e più gravi squilibri futuri anche all’interno dei così detti paesi sviluppati.

I vecchi equilibri sociali, ormai alterati e in corso di “demolizione fin dalle fondamenta”, lasciano progressivamente il posto ad un’inedita strutturazione

sociale, o meglio – e più precisamente – ad una nuova struttura di classe fondata sulla dicotomia Global class/ Pauper class, che implica il definitivo superamento della storica dicotomia Borghesia/ Proletariato di marxiana memoria, ormai non in grado di spiegare la realtà sociale in cui, nostro malgrado, viviamo.

Un nuovo modo di produzione sociale si affaccia all’orizzonte della storia, e precarietà e flessibilità, calate in un ordine dai lineamenti neofeudali, caratterizzeranno la vita dell’uomo futuro.

Il processo di flessibilizzazione delle masse, nel quadro della grande riorganizzazione culturale e sociale in corso per giungere in vista delle coste di un “nuovo mondo”, si vale della flessibilità imposta ai lavoratori come della manipolazione dell’informazione, o della diffusione della droga e degli psicofarmaci.

 

.

 

 

 

 

Si può ordinare in libreria “Nuovi signori e nuovi sudditi. Ipotesi sulla struttura di classe del capitalismo contemporaneo” di Costanzo Preve e Eugenio Orsoultima modifica: 2010-02-18T10:37:00+01:00da derosse
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.