Siria. Mons. Khazen: Is nelle mani delle grandi potenze

Ottimo intervento ripreso da Radio Vaticana del vicario apostolico di Aleppo dei latini, monsignor Georges Abou Khazen. L’isis è sostenuto dalle grandi potenze – anche da quelle che fingono di combatterlo – e l’infame turchia islamista sunnita di Erdogan smania per bombardare i curdi, non certo i suoi protetti dello stato islamico (in ciò, appoggiata da americani e nato).  Buona lettura.

http://it.radiovaticana.va/news/2015/07/29/siria_mons_khazen_is_nelle_mani_delle_grandi_potenze/1161515

Siria. Mons. Khazen: Is nelle mani delle grandi potenze
“Lo Stato Islamico (Is) è uno strumento nelle mani delle grandi potenze, da loro sono stati creati, armati e sostenuti. Invece di combatterli sul terreno comprano da loro il petrolio e i reperti archeologici rubati in queste terre”. Lo ha denunciato ieri sera il vicario apostolico di Aleppo dei latini, mons. Georges Abou Khazen, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000. “Sappiamo bene chi sta comprando queste cose dall’Is”, ha aggiunto mons. Khazen, parlando della presenza di “veri e propri campi d’addestramento” nei Paesi “limitrofi della Siria, tra cui anche la Turchia”. “Gli uomini dell’Is – ha dichiarato il vicario di Aleppo – hanno preso le zone dove c’è il petrolio, l’hanno cominciato a vendere a 10 dollari al barile e adesso a 30 dollari. E chi sta comprando petrolio e reperti archeologici? Sicuro non sono i somali o quelli della mauritania”. 

Le perplessità sull’attacco della Turchia contro Is e curdi
Mons. Khazen – riferisce l’agenzia Sir – ha poi commentato le operazioni militari che la Turchia sta eseguendo contro l’Is in Siria e contro i curdi del Pkk in Iraq. “La gente teme che i turchi vogliano combattere i curdi sotto la scusa dell’Is”. “Se è una lotta contro l’Is va bene – ha precisato – ma se è una scusa della Turchia per creare una zona indipendente dalla Siria, allora diventa un po’ pericoloso”. “Sappiamo bene – ha annotato – che la Turchia ha permesso all’Is di entrare, di armarsi e avere il loro addestramento”. (R.P.)

Siria. Mons. Khazen: Is nelle mani delle grandi potenzeultima modifica: 2015-07-30T09:15:52+00:00da derosse
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Siria. Mons. Khazen: Is nelle mani delle grandi potenze

  1. Azz, il Monsignore ha fatto la scoperta dell’America ! Quanti anni di studio sprecati, visto che anche un semi ignurante come me ci era arrivato a quella conclusione !

    • Per Ianzo

      Sottolineo, però, che a differenza di ciò che accadeva in passato, la gravità della situazione moltiplica queste prese di posizione anche all’interno della cristianità.

      Cari saluti

      Eugenio Orso

      • Che ne pensi delle bombe (a parte quelle vere sui curdi con la scusa che bombardaono l’IS quando sono sempre stati i facilitatori dell’IS,) umane che la Turchia sta riversando sulla Grecia ? Si parla di oltre centomila “migranti” ti sembra normale ? Fatte le debite proporzioni, come se in Italia arrivasse un milione di migranti nel giro di poche settimane.

        • Per Ianzo

          La turchia islamosunnita integralista di Erdogan è uno dei peggiori stati-canaglia al servizio del neocapitalismo. Le rivalità con la Grecia sono storiche (non ci sono solo i curdi), ma forse il piano è più ampio e parte da più in alto: quello di indebolire l’Europa – anche con le bombe umane – per rendere più stretta la sua dipendenza dalla nato (alla quale la turchia partecipa e dalla quale è spalleggiata).

          Cari saluti

          Eugenio Orso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.

*