Siria. Mons. Khazen: Is nelle mani delle grandi potenze

Ottimo intervento ripreso da Radio Vaticana del vicario apostolico di Aleppo dei latini, monsignor Georges Abou Khazen. L’isis è sostenuto dalle grandi potenze – anche da quelle che fingono di combatterlo – e l’infame turchia islamista sunnita di Erdogan smania per bombardare i curdi, non certo i suoi protetti dello stato islamico (in ciò, appoggiata da americani e nato).  Buona lettura. http://it.radiovaticana.va/news/2015/07/29/siria_mons_khazen_is_nelle_mani_delle_grandi_potenze/1161515 … Continua a leggere

Spigolature piddine. Da socialisti a sociopatici [Alceste]

Giorni d’estate, giorni di svago. Almeno per chi ha qualche tallero da spendere. E giorni di letture. Sì, l’estate è da sempre il luogo della lettura estesa, e del piacere della lettura, sospesa fra il ripescaggio personale, l’approfondimento e il gradevole disimpegno. Il gradevole disimpegno ha varie sfumature: il giallo, il thriller, l’afflato sentimentale; personalmente preferisco il genere fantastico novecentesco … Continua a leggere

Verdini, piddini e partito della nazione di Eugenio Orso

Denis Verdini abbandona Silvio Berlusconi perché le posizioni “sono distanti”. E’ ufficiale, ormai. Ci sono i numeri per un nuovo gruppo parlamentare. Così facendo Verdini accorcia ancora la distanza da Renzi e dal piddì. La marcia di avvicinamento sembra che stia per concludersi. Che connubio si prospetta! Fra una cariatide massonico-berlusconiana, buona (parrebbe) per tutte le stagioni, e la sinistra più … Continua a leggere

Il potere ha un’utopia, noi no [Alceste]

L’utopia ha una forza magica: induce a considerare il futuro con persistente benignità, permette di superare ogni avversità, qualsiasi passo falso; chi ha lo sguardo affissato verso l’utopia non deflette mai dal proprio cammino, incassa i colpi avversi con filosofia stoica, e il suo nord non cambia mai, ogni giorno la bussola dell’ideologia gli consegna inalterata la meta: egli può … Continua a leggere

La sinistra euroserva contro i Popoli d’Europa di Eugenio Orso

Ho sempre creduto che Tsipras fosse almeno un mezzo imbroglione, se non un pataccaro intero. Infatti, come si può costringere un paese a stare nell’eurolager, accettandone con tutta evidenza, supinamente, le regole elitiste e le politiche ultraliberiste da strangolamento e nello stesso tempo illuderlo che queste politiche, assieme alle regole, possono essere cambiate? Ho persino ipotizzato, fra me e me, … Continua a leggere

Il dottor Stranamore ci porta al bagno di sangue (Alceste)

Nel film Il dottor Stranamore, di Stanley Kubrick, una delle anime nere della distruzione del mondo è, appunto, il dottor Stranamore, uno scienziato nazista naturalizzato americano … paralitico … lo psicopatico perfetto, intangibile dall’empatia, uno che sibila ghignando dati sulla mortalità mondiale … un miliardo di qua, uno di là … un manipolatore di soldatini … il pianificatore oggettivo e … Continua a leggere

Il fallimento della controinformazione [Alceste]

Grande è la confusione, sopra e sotto il cielo … quindi la situazione è disastrosa. Gli avvenimenti si susseguono vorticosi, masticati furiosamente dall’attualità. Informazione ufficiale e controinformazione (quella che ci interessa) non lasciano cadere una sola briciola dal tavolo delle notizie: tutto è sviscerato e amplificato sino al parossismo; sino alla sazietà disgustata del fruitore di notizie. Dapprima l’ISIS, poi … Continua a leggere

Renzexit? di Eugenio Orso

L’Italia è coinvolta per parecchi miliardi di euro nel disastro greco (provocato ad arte), lo spread – manco a dirlo! – è in salita, già oltre i cento e cinquanta punti, gli interessi del debito pubblico aumentano di conseguenza, la “ripresa” ancora stenta, persino nella propaganda sistemica, e perciò una domanda dobbiamo porcela: dopo il possibile Grexit ci sarà nei … Continua a leggere

Democrazia, sunnismo e mercato di Eugenio Orso

Il monoteismo sunnita e la “mano invisibile” del mercato insieme, nel mondo, per diffondere la paura e promuovere la “sottomissione” dei popoli. La paura, giustificata da una violenza bestiale, satanica, è l’ingrediente fondamentale del successo del libero mercato e del satanismo islamosunnita, con accenti da film horror. I registi dello stato islamico – e qui intendo quelli che si occupano … Continua a leggere