Un ordine del giorno Fiom CGIL controcorrente

Oggi pubblico l’ordine del giorno della Fiom di Trieste del 24 di febbraio, approvato a maggioranza con soli due astenuti e relativo alle questioni del lavoro e dei diritti dei lavoratori. Questo ordine del giorno testimonia che nonostante la “normalizzazione” della Fiom parte della Camusso, con Landini che ha abbassato la testa e Durante che gongola, ci sono componenti nel … Continua a leggere

Le vittime predestinate, l’invidia e il massacro sociale di Eugenio Orso

La Marcegaglia, rampolla di una famiglia di sfruttatori, corrotti e imbroglioni, più elegantemente definiti imprenditori, ha nuovamente insultato i lavoratori, sostenendo che il sindacato tutela assenteisti e ladri, e sottintendendo che dopo l’abolizione, o la neutralizzazione, dell’articolo 18 ci sarà mano libera per licenziare, per fare “piazza pulita” nelle aziende e creare altre centinaia di migliaia di disoccupati cronici. Secondo … Continua a leggere

Napolitano fantoccio delle banche e dei globalisti (e in Sardegna lo sanno) di Eugenio Orso

I sardi stanno vivendo una crisi spaventosa: niente lavoro, uno stato latitante da anni, nessuna prospettiva per il futuro. La due giorni di Napolitano in Sardegna rappresenta perciò un’autentica provocazione nei confronti della popolazione sarda, alla quale va tutta la mia solidarietà e la mia simpatia. Colui che ha ordito una specie di golpe, aggirando la costituzione repubblicana della quale … Continua a leggere

Ora gli Assassini stanno esagerando (versione estesa del 18 febbraio) di Eugenio Orso

Come dimostra la Grecia, spinta sull’orlo del baratro dagli usurai che controllano l’Unione Europea, la BCE e il FMI, come dimostra l’Italia, in cui un governo fantoccio vuole azzerare rapidamente le conquiste del lavoro anche senza un’intesa con le pur condiscendenti “parti sociali”, come dimostra l’”interesse” per il Portogallo, da ridurre assieme all’Italia nelle stesse condizioni della Grecia, gli Assassini, … Continua a leggere

Ora gli Assassini stanno esagerando di Eugenio Orso

Come dimostra la Grecia, spinta sull’orlo del baratro dagli usurai che controllano l’Unione Europea, la BCE e il FMI, come dimostra l’Italia, in cui un governo fantoccio vuole azzerare rapidamente le conquiste del lavoro anche senza un’intesa con le pur condiscendenti “parti sociali”, come dimostra l’”interesse” per il Portogallo, da ridurre assieme all’Italia nelle stesse condizioni della Grecia, gli Assassini, forti del fatto … Continua a leggere

L’Italia del deficit di sovranità nazionale, dell’evasione fiscale e del debito pubblico di Eugenio Orso

Il presente post prende spunto dall’articolo di Stefano D’Andrea “Dipendenza dell’Italia e ‘nodo’ sull’evasione/elusione fiscale’ pubblicato da Appello al Popolo il 9 febbraio 2012 (link: http://www.appelloalpopolo.it/?p=5823)   L’Italia del deficit di sovranità nazionale, dell’evasione fiscale e del debito pubblico di Eugenio Orso     Se si guarda alla situazione italiana di questi mesi, emergono tre caratteristiche, tutte negative: l’assenza di … Continua a leggere

Pensioni, liberalizzazioni, mercato del lavoro: spoliazione, recessione e attacco contro il lavoro in tutte le sue forme di Lorenzo Dorato (Comunismo e comunità)

http://www.comunismoecomunita.org/?p=2980   Il governo Monti, insediatosi al potere quasi due mesi fa con un colpo di mano dall’alto facilitato dalle manovre per conto terzi del presidente Napolitano, ha fin da subito mostrato le sue nitide e inequivocabili intenzioni. Ha annunciato due fasi di lavoro, l’una descritta come risposta necessaria agli attacchi speculativi contro il debito pubblico italiano; l’altra descritta come … Continua a leggere

Stragisti sociali e torturatori del popolo al governo in Italia di Eugenio Orso

Da qualche giorno ha tirato le cuoia il nonagenario Oscar Luigi Scalfaro. Un corrotto ed un vigliacco che ha fatto carriera in questo sistema degenerato, perchè ne aveva tutti i titoli. “Presidente emerito”. Grande eroe di facciata. Un’occasione per la propaganda, un vero “martire” della liberaldemocrazia. Il “non ci sto” per antonomasia, o almeno dai tempi dello scandalo SISDE, però con … Continua a leggere