La truffa della crisi: agli onorevoli 80 mila euro di regalo di Don Paolo Farinella

Ricevo via mail e pubblico volentieri. Questo sistema, ben rappresentato dal IV governucolo berlusconi, è abbietto. La truffa della crisi: agli onorevoli 80 mila euro di regalo  27 – 05 – 2010 di don Paolo Farinella Ha sempre negato l’esistenza stessa della crisi e ha sempre cianciato da bugiardo e ingannatore spergiuro che la crisi non esisteva, anzi che l’Italia stava meglio degli … Continua a leggere

Grandi Manovre di Eugenio Orso

 Avverto che in questo post, piuttosto diretto e rozzo, non modero le parole e chiamo le cose con il loro nome. Stiamo arrivando rapidamente al “punto di rottura”. La precipitazione verticale degli eventi è vicina. Purtroppo, non vi sono forze politiche degne di questo nome, per quanto minoritarie, che possono guidare una nuova opposizione sociale in Italia, totalmente estranea a … Continua a leggere

Art.50 bis del Ddl 733 detto “pacchetto sicurezza”

Ho ricevuto via mail il seguente messaggio con la raccomandazione di farlo circolare. Si tratta, da quel che leggo, di una notizia di estrema gravità [che comunque era già da tempo “annunciata” e nota a molti] che riguarda un ulteriore atto repressivo nei confronti della libera informazione da parte delle camarille politiche liberaldemocratiche asservite ai soliti “poteri forti”. In tale caso, il macellaio incaricato dell’informazione libera … Continua a leggere

Mele marce e casi isolati [versione rivista ed estesa] di Eugenio Orso

  Questa versione, rivista ed estesa, costituirà un approfondimento per il prossimo libro dal titolo Alienazioni e uomo precario [con introduzione del filosofo Costanzo Preve]:     Ed ecco che il satiresco mafioso con venature pedofile di Arcore [mi ripugna chiamarlo “presidente”, sia pure con la p minuscola] propina ad una platea mediatico-popolare obnubilata dalle sue televisioni, Rai compresa, la storiella per … Continua a leggere

Mattatoio globalista [versione riveduta ed estesa] di Eugenio Orso

«Siamo di fonte a un brutto colpo di coda della crisi finanziaria ed economica mondiale. Tutti dobbiamo sentire il dovere comune di concorrere a superare questa crisi.» Solo dall’ospite del Quirinale, che troppo debolmente ha protestato, davanti alle iniziative destabilizzanti dell’ultimo esecutivo Berlusconi, Tremonti, Lega, potevamo attenderci parole vuote e insignificanti come quelle riportate in apertura di questo post, pronunciate … Continua a leggere