La concezione del tempo e i modi di produzione sociale [di Eugenio Orso]

L’interesse per questo argomento nasce dalla necessità di analizzare i lineamenti e il mondo culturale di un nuovo tipo umano, un tipo biopsichico diverso dai precedenti che si sta affermando nel nostro presente e forse popolerà il futuro, quanto meno per tutto il secolo ventunesimo: l’uomo precario. Il presente scritto parte da una semplice considerazione, che investe la dimensione esistenziale … Continua a leggere