25 anni dalla caduta del Muro. Oscenità di un traditore della patria e del mondo di Pietro Ancona

Pubblico questo breve post di Pietro Ancona perché, con estrema semplicità, il suddetto descrive il vero significato per il mondo della caduta del muro di Berlino, mai rimpianto abbastanza. Guarda caso, la “svolta della Bolognina” (quartiere Navile di Bologna) di Achille Occhetto è stata contestuale alla caduta del muro di Berlino … con perfetto tempismo per saltare definitivamente sul carro … Continua a leggere

LO SPREAD TORNERA’, E VI TAGLIERA’ LA GOLA di Paolo Barnard

Cappello Pubblico volentieri il seguente post di Paolo Barnard perché preconizza avvenimenti futuri molto probabili e l’uso spregiudicato, una volta di più, di uno strumento di dominazione economico-finanziaria neocapitalista, rivolto contro il popolo italiano. Lo spread del btp decennale con il bund tedesco – già usato per allontanare l’eletto Berlusconi e far entrare “l’unto” dal capitale Mario Monti – lo … Continua a leggere

Il nemico del popolo è a sinistra di Eugenio Orso

Per i vecchi comunisti, ormai estinti, i nemici del popolo interni alla classe dominata, pericolosi quanto e più dei nemici di classe dichiarati, erano coloro che assumevano posizioni revisioniste (o riformiste) e in tal modo tradivano la rivoluzione aderendo de facto al capitalismo. La sinistra riformista rappresentava, per i comunisti del tempo andato, un nemico “dietro le linee”, una quinta … Continua a leggere

Renzi e pd, Spettacolo e repressione di Eugenio Orso

Come ho scritto in passato, quando le forme pubblicitario-mediatiche di manipolazione e dominazione di massa non funzionano più, quando la situazione sociale diventa pesante al punto di far temere una rivolta dei dominati, sulla tela dove si proietta lo Spettacolo appaiono degli squarci, dai quali fa capolino una dura realtà sociale. Un po’ come i celebri tagli sulla tela del … Continua a leggere

Pluralismo, democrazia e ideologie di Eugenio Orso

Non mi voglio addentrare, in questa sede, nell’insidioso labirinto delle definizioni di democrazia, né intendo scomodare la filosofia, in particolare quella politica, ma è chiaro che esiste un legame fra democrazia, pluralismo e ideologie ed è proprio su questo punto, molto delicato e controverso, che intendo fare un po’ di chiarezza. Naturalmente a modo mio. Per la verità, il discorso … Continua a leggere

La piazza contro la Leopolda, farsa del 25 ottobre di Eugenio Orso

Giocare al poliziotto buono e a quello cattivo, fingere una competizione che non c’è, simulare improbabili opposizioni, politiche e sindacali, contrastare il capoccia per poi sostenerlo in parlamento e chiamarlo “il mio segretario” davanti ai microfoni, come fa Bersani con Renzi. Il pd, con la cgil e la fiom che gli reggono il sacco, è abilissimo in questi giochetti, è bravissimo nell’inscenare … Continua a leggere

Poveri, profughi economici e vittime dei massacri sociali, ossia il progetto europeo di Eugenio Orso

“Il numero di persone a rischio di povertà potrebbe rimanere nel 2020 vicino a 100 milioni. E’ uno scandalo per l’Unione Europea che è la prima potenza economica del mondo. Accettare questo è inconcepibile“. Lo ha detto Laura Boldrini, presidente della Camera nell’intervento alla Conferenza sulla Carta Sociale Europea. (ANSA – Torino, 18 ottobre, ore 13:34) In prima battuta, prima … Continua a leggere

Il pedissequo, l’imbroglione, la scimmia e Matteo Renzi di Eugenio Orso

Parliamo del pd, ancora una volta, anche se gettare uno sguardo da quelle parti, ci disgusta profondamente. Tuttavia è necessario farlo, visto che domina l’Italia per conto terzi, così com’è necessario visionare gli orripilanti video dello stato islamico, che avanza quasi senza contrasto in Medio Oriente, anch’esso per conto terzi, sterminando sistematicamente le popolazioni. Da una parte lo schifo, la … Continua a leggere

Il Futuro è Oggi! di Eugenio Orso

Ennesima provocazione dell’onnipresente Renzi, in Emilia Romagna, mentre inaugurava uno stabilimento della Philip Morris (di sigarette a “rischio ridotto”) con alcuni ministri del suo esecutivo, “Cirio Bertolli De Rica” Prodi e un comparuccio piddino locale, inquisito per “spese pazze” in consiglio regionale, tale Stefano Bonaccini. “Il futuro è oggi”, a dispetto degli annoiati. Questa è la provocazione. Il futuro, quello … Continua a leggere